massimiliano alvisi shop survivor

I tre dati fondamentali da sapere per costruire il futuro del proprio negozio

Non è un periodo semplice per fare i conti nel settore retail, lo so. Ma è un’attività indispensabile per qualsiasi negoziante.

Ecco il primo dato importante da avere: l’incasso complessivo dell’anno passato. Dentro ci vanno tutte le entrate. Tutte.

Dall’altra occorre avere la somma del totale delle fatture fornitori. Tutte quante. 

Ora occorre mettere a confronto questi due dati. Se il costo della merce incide più del 50% dell’incasso complessivo è necessario intervenire. Quella è la soglia d’allerta.

È possibile arrivare al 60%, 65% o 70% se si sta facendo una strategia di fatturato o di posizionamento del brand e del negozio. Ma, generalmente, deve essere un’eccezione.

L’altro aspetto da monitorare è la rimanenza, il magazzino.

Totale incasso, totale merce, totale rimanenza sono i tre dati fondamentali su cui costruire il vostro negozio del futuro.

Cosa voglio dire? Tutti dovremmo pianificare quanto fatturare l’anno prossimo. Non intendo ai decimali di euro ma dobbiamo sapere quanto occorre incassare ogni giorno d’apertura. Andando poi ad osservare i dati degli anni precedenti andremo a vedere quanta merce necessitiamo per raggiungere i nostri obiettivi.

Non per forza occorre aumentare il fatturato per migliorare i conti, dobbiamo tenere in considerazione di una voce madre: quanti costi complessivi ha l’azienda.

Per fare questo il mio suggerimento è di limitare al massimo l’uso del contante in uscita. Per le spese medio-piccole è meglio usare le carte di credito o le fatture. Mi sembra già di sentire l’obiezione: “Io devo andare a prendere la carta igienica e il liquido per i vetri, saranno 4 euro, vuoi che pago con la carta?”. Si, paga con la carta. Quei 4 euro moltiplicati per decine di volte, quei caffè, quegli aperitivi per la cliente, quelle cartucce della stampante, quel prodotto per la pulizia messi tutti insieme fanno una somma considerevole.

In questo modo avremo il controllo completo di tutte le spese e, di conseguenza, ridurre i costi se necessario.

Massimiliano Alvisi

Questo contenuto è tratto dal corso di formazione Shop Survivor

    Ricevi le nostre newsletter! Sempre stimoli nuovi e proposte aggiornate.