Il network marketing e i pregiudizi

#25 – Il Network e i pregiudizi

Network marketing - Gianluca Spadoni


Torna come ogni settimana il nostro appuntamento con la rubrica dedicata al Network Marketing.

Oggi immagina di essere in un ristorante all’estero. Provi a ordinare il tuo piatto preferito. 

E per farlo, ti sforzi a usare le parole giuste per farti capire. Ciononostante, il cameriere ti guarda con un sorriso confuso. Annuisce, ma comprendi che non ha capito niente. 

Alla fine, ti arriva un piatto completamente diverso da quello che volevi. Ecco, questa è la sensazione di essere “frainteso”. La stessa sensazione che provano la maggior parte dei networker mentre svolgono l’attività.

In che senso? Lascia che te lo spieghi.

Credo ti sarà capitato di fare degli appuntamenti con persone che hanno preconcetti verso il network marketing. 

E anche se ti sei sforzato a spiegare con entusiasmo la tua attività, sei stato interpretato male – o frainteso.

Perché succede questo? La risposta è semplice: la percezione.

Le persone ascoltano con le loro esperienze passate. I loro pregiudizi e le loro paure. 

Quindi, anche se il nostro messaggio è corretto, viene filtrato attraverso queste lenti personali. E ciò che arriva loro può essere completamente diverso da ciò che intendiamo.

Questo potrebbe provocare tanta confusione. E quando qualcuno è confuso non acquista.

Inoltre, un altro errore che spesso viene commesso è quello di parlare in maniera tecnica. In altre parole, con termini che sono familiari, SÍ a noi, ma non al nostro interlocutore. Perciò usare un gergo specifico del network marketing può confondere chi non è del settore. 

Infatti…È come parlare una lingua straniera senza tenere conto che l’altro non la conosce.

Tradotto: fiato sprecato!

Allora, cosa possiamo fare? In primis dobbiamo semplificare il nostro messaggio. Usare parole e concetti che chiunque può comprendere.

Essere chiari, diretti, e soprattutto “ascoltare”

Ascoltare le preoccupazioni dell’altro e rispondere in modo che si sentano capiti. Compresi. Accettati. E più siamo chiari e comprensibili, più il nostro messaggio sarà efficace. 

Pertanto, la prossima volta che ti trovi a presentare la tua opportunità, immagina di essere all’estero e avere di fronte il cameriere del ristorante.

Ricorda sempre: la semplicità e la chiarezza sono le tue migliori alleate. Usale bene. 

Dai, dai che ce la facciamo!

A presto,

Gianluca Spadoni

 

    Ricevi le nostre newsletter! Sempre stimoli nuovi e proposte aggiornate.