massimiliano alvisi shop survivor

Vuoi un negozio di successo? Ecco dove iniziare

Avere un negozio di successo richiede più che un buon prodotto o una posizione strategica. È fondamentale avere una serie di procedure e abitudini ben consolidate che garantiscano efficienza, produttività e immagine al cliente. Ecco le indicazioni principali per ottimizzare la gestione del negozio da parte di Massimiliano Alvisi, imprenditore del settore, formatore e creatore di Shop Survivor.

L’importanza dell’ordine

La precisione del magazzino è la prima cosa che un venditore deve avere. Se il magazzino è in disordine solitamente anche il negozio va in quella direzione. Il magazzino deve essere perfetto. L’unico motivo accettabile per non averlo così è perché quel giorno il negozio ha venduto tantissimo. Allo stesso modo deve essere perfetto il bagno per la clientela e la postazione della cassa. Non ci devono essere fogli con le password, le cose personali del negoziante o del commesso, le bollette, le sigarette, normali o elettroniche non fa differenza. Hai mai visto una boutique in centro con il retro cassa disordinato? Immagino di no. Lo stesso deve valere per gli altri negozi. Indipendentemente dal livello della merce, che valga 2 euro o 2.000, occorre alzare al massimo il livello di cura del dettaglio. Non importa cosa si vende o che brand ci sono, l’importante è come lo si vende.

Attenti al telefonino

In negozio lo smartphone è utile solo se lo si usa per il marketing. Non se lo si usa per guardare con chi è uscio ieri tizio o caio. Il telefono è il più grande alleato di un retailer se viene usato come strumento di lavoro. Altrimenti fa perdere tempo e può trasmettere una brutta immagine di noi. Un’altra lezione preziosa che ha imparato Massimiliano Alvisi è che la vita privata non interessa ai clienti. Per questo è opportuno metterla da parte quando siamo in vendita.

Pianificazione delle priorità

Ogni mattina, la prima cosa da fare è stilare la lista delle priorità, preparata il giorno prima. Dovrebbe essere fatta ogni giorno, con obiettivi mensili e giornalieri. Il consiglio è di dividerla in tre aree: 1. Il negozio con tutte le attività fisiche da fare. 2. Il marketing e le attività promozionali per portare nuovi clienti. 3. La gestione della merce e degli ordini. Primo focus: il cliente Nel negozio, la cosa più importante è la vendita. Appena entra un cliente, il focus deve essere su di lui. Dopo aver fatto la vendita si può tornare ad allestire bene il negozio. Un consiglio in questo senso è studiare qual è l’area del negozio che fattura di più. Farlo ogni periodo che si vuole, fare delle statistiche, ci consente di mettere i capi che preferiamo nella zona che performa meglio. Anzi, il negozio dovrebbe avere un percorso di vendita, come fanno i supermercati e gli autogrill. Quante volte vi sarà capitato di acquistare qualcosa che non avevate previsto perché vi è capitato sotto al naso mentre cercavate altro?

Importanza del marketing

Dopo aver preparato il negozio nei dettagli con pulizia, vetrine, organizzazione, gestione e assortimenti viene il marketing. È fondamentale farsi vedere. Per questo in Shop Survivor c’è una parte importantissima sull’uso dei social per attirare nuovi clienti con importanti esperti. Con oltre 20 anni di esperienza nel settore retail, queste sono le basi per portare un negozio al livello successivo.

Questo contenuto è tratto dal corso di formazione Shop Survivor

    Ricevi le nostre newsletter! Sempre stimoli nuovi e proposte aggiornate.