EVOLUTION FORUM DAY 2020 – Promo 1 Persona

Cerchi un evento unico per la tua crescita personale? PRENOTA IL TUO POSTO > "EVOLUTION FORUM DAY": il grande evento annuo 28 novembre 2020 La data da non perdere, il giorno dedicato alla crescita personale! 8 ore insieme ai big, il giusto tempo per incontrarsi, ispirarsi ed evolversi! L’evento Evolution Forum Day è diventato così un appuntamento irrinunciabile per imprenditori, manager, liberi professionisti, sportivi e persone in evoluzione che, provenienti da tutta Italia, si incontrano in una giornata unica nel suo genere per vivere un’esperienza assolutamente singolare. Formazione, motivazione e provocazione in un contesto in cui i sensi sono sollecitati alla massima attenzione e concentrazione, proprio come lo stile della location scelta per questo evento: l’auditorium di San Patrignano, il cuore pulsante della Comunità. Titolo ATTIVA-mente: non finiamo come la rana bollita!

Parole: valgono solo il 7% di ciò che dici!

Lo sapevi che le parole in una conversazione valgono solo il 7 % in ciò che comunichi? Quando comunichi con qualcuno trasmetti dei contenuti, delle informazioni. Allo stesso tempo, il modo con cui comunichi crea fra te e il destinatario una relazione.

Evolution Forum Day? Vorrei che fosse come un petardo nella tromba delle scale! Cosa ha in mente Max Damioli quando pensa alla prossima edizione dell’evento? Scoprilo leggendo la sua intervista.

Un evento come Evolution Forum Day, a prescindere dalle dimensioni, è sempre il frutto del lavoro e dell’impegno di molti. Il vero successo di un appuntamento che richiama migliaia di persone, nato per sostenere la crescita personale, non risiede solo nella sua riuscita, o nella sua perfezione o nella sua spettacolarità, ma prende vita nelle sensazioni, nelle emozioni e nelle riflessioni che tutti i partecipanti (sopra e davanti al palcoscenico) si portano a casa.

Si fa presto a dire leader – Emanuele Maria Sacchi

Sulla leadership hanno scritto migliaia di libri, sono stati fatti centinaia di seminari, tuttavia c’è una definizione che amo molto, è quella che definisce la leadership come la capacità di costruire un mondo al quale le persone desiderano appartenere. Questa è la mia definizione preferita...

Ricordati di te – Emanuele Maria Sacchi

Quando avevi pochi mesi di vita, e passavi dagli abbracci della mamma alla tua culla, i parenti e gli amici si chinavano su di te per osservarti e, inevitabilmente, sorridevano. Eri un piccolo essere umano del tutto indifeso, autentico e privo di malizia. Anche crescendo, quando eri bambino, hai conservato molto della tua meravigliosa purezza. Ti ricordi quando giocavi con i tuoi amici durante l’intervallo della scuola? Riuscivi a concentrarti completamente in quello che facevi: correvi, saltavi, ridevi e non pensavi ai compiti e alle interrogazioni.

Respiro circolare connesso. – Max Damioli

Il respiro circolare connesso è continuo, senza cioè intervalli tra inspirazione ed espirazione, e coinvolge tutto il corpo. Entrano in azione, infatti, tutte le parti interessate alla respirazione: la zona addominale, dall’arcata pubica fin sopra l’ombelico; il torace; la gola e gli apici polmonari. Impegnando tutti i muscoli respiratori effettuiamo un massaggio benefico al sistema e inviamo energia a tutti i chakra. Il respiro connesso segue un ritmo che è: COMPLETO, RILASSATO, INTENSO.

Da adesso in poi: elogio al potere dell’iniziare a fare.

Il vecchio adagio recita “aiutati che il ciel ti aiuta”, nella saggezza popolare si trova una chiara esortazione a reagire ed agire, al non fermarsi, al non lasciarsi andare allo sconforto, nella passiva attesa di una soluzione che potrebbe non arrivare mai. Al contrario la soluzione devi essere tu per primo a cercarla, attivati personalmente, e le cose cambieranno in meglio.

Non è magia, è vita! Lasciati contagiare dalla vita e “condiridi”. Non potrai fare a meno di farlo dopo aver ascoltato Andrea Paris.

Qualcuno a sei anni si innamora perdutamente per la prima volta, qualcun altro sogna di fare l’astronauta o il calciatore, Andrea Paris a sei anni ha scoperto la meraviglia ed è stato rapito dalla magia. A dodici anni viene colpito da una malattia inguaribile, una malattia che si chiama Vita, e da allora Paris, ha deciso che non sarebbe più guarito. Andrea Paris è il “PrestigiAttore”, suona meglio di mago, illusionista, prestigiatore, mentalista, comico e attore, giusto?