Emanuele Sacchi vi aspetta al Networking Day 2018!

“Il vero cambiamento avviene sempre a livello emotivo, ma gli strumenti per cambiare, quelli, devono essere pratici.” By Emanuele M. Sacchi Emanuele Maria Sacchi è uno degli stimati e preparati professionisti con cui Evolution Forum ha il piacere di condividere aule e progetti. In aula è stato, nel 2018, il conduttore di ben 2 appuntamenti del percorso annuale SALES FORCE dedicati alla comunicazione efficace e persuasiva; mentre il progetto che lo vedrà tra i protagonisti di Sabato 1 Dicembre è proprio la nostra punta di diamante, ovvero il Networking Day! Sul palco si confronterà con i suoi colleghi del SALES FORCE e ci svelerà gli argomenti e le date dei suoi appuntamenti del prossimo anno. Appassionato sostenitore e ricercatore di tutto ciò che conduce efficacemente un interlocutore a intraprendere una relazione professionale con noi (uno dei tanti esempi potrebbe essere l’acquisizione di un nuovo cliente), Sacchi afferma che conoscere le best practice, le strategie vincenti, gli esempi più collaudati e

Max Damioli vi aspetta al Networking Day 2018!

“La comunicazione è alla base, ma chi è all'altezza?” By Max Damioli Lo staff di Evolution Forum ha incontrato e intervistato Max Damioli in merito alla sua partecipazione al Networking Day. “Max, l’organizzazione dell’evento Networking Day, necessita una programmazione e monitoraggio continuo. Di edizione in edizione, infatti, ci sono incontri mensili di confronto, ricerca, preparazione. Cosa ti spinge a impegnarti ed esserci ogni anno?” “In realtà sono diversi i fattori. In primis il luogo e l’unicità di San Patrignano. Poi la scelta degli argomenti e relatori, le espressioni delle 1000 persone che mutano: di mattina li vedi entrare con sguardi curiosi, ma quando escono hanno tutti quanti gli occhi pieni di luce ed ispirazione… è un aspetto che mi riempie il cuore! Infine, ma non per ordine di importanza, adoro lo staff di Evolution e quindi è un modo per stare con amici, con colleghi che stimo e con cui posso affrontare argomenti evoluti ed elevati.” “Perché esserci? Perché è

Christian Pagliarani vi aspetta al Networking Day 2018!

“Nelle mie visioni non ho mai contemplato il fallimento.” By Christian Pagliarani Christian Pagliarani, Mental Coach, ci racconta PERCHÉ ESSERCI è così importante: "Christian, ti abbiamo conosciuto durante il nostro percorso formativo annuale chiamato Sales Force, in cui hai condotto, insieme a Gianluca Spadoni, l’appuntamento dedicato alla LEADERSHIP PER LA MICROIMPRESA. Oggi sei una delle menti che lavorano e progettano la 21^ edizione del Networking Day, l’evento "Punta di Diamante" di Evolution Forum… ci racconti brevemente perché ci tieni che chi ti ascolta possa vivere un’esperienza di questo genere?" "Beh, innanzitutto, perché si tratta di una giornata colma e densa di ISPIRAZIONE, FORMAZIONE e CONDIVISIONE. In più, la location gioca un ruolo chiave nella riuscita dell’evento: come sempre ci accoglierà la Comunità di San Patrignano, la comunità di recupero dalla tossicodipendenza più importante d’Italia. Qui, negli anni, migliaia di ragazzi sono tornati alla vita, grazie soprattutto alla DISCIPLINA (tema dell’edizione di quest’anno) imparata e vissuta sulla propria pelle. Il luogo

Gianluca Spadoni vi aspetta al Networking Day 2018!

“Lo so che lo sai, ma lo fai?” By Gianluca Spadoni   Oltre a essere imprenditore, amministratore unico di Evolution Forum, trainer di fama nazionale e autore (è in uscita il suo secondo libro), Gianluca Spadoni è anche il “papà”, ovvero l’ideatore e il conduttore, di uno degli appuntamenti formativi annuali più prestigiosi del suo genere. Il Networking Day è giunto alla sua 21^ edizione e questa volta sarà interamente dedicato alla Disciplina, intitolato appunto: "DisciplinanDō: la virtù per migliorarsi ed elevarsi". Questo evento così peculiare deve la sua esistenza alla volontà di Spadoni di creare un momento di aggregazione tra persone mosse e motivate dal miglioramento di se stesse sotto diversi punti di vista: quello personale, professionale e umano. Il Networking Day è strutturato in modo da ispirare il pubblico attraverso gli interventi sul palco di personaggi di grande spessore, che negli anni si sono susseguiti e che hanno lasciato un segno indelebile in chiunque vi abbia partecipato; queste

Sechi al Networking Day 2018

“NO EXCUSES. Chiunque può trasformare la sua vita ed essere felice.” By Massimiliano Sechi   Mettiamo impegno, cura e dedizione nella ricerca degli ospiti per la giornata del Networking Day al fine di offrirvi un’esperienza che sia pregna di genuinità e coerenza. Per la ventunesima edizione dedicata alla Disciplina, abbiamo fortemente voluto Massimiliano Sechi, che la disciplina la vive e la respira in ogni istante della sua vita… perché ci piacciono le persone che dicono quello che fanno, ma ci piacciono ancor di più le persone che fanno quello che dicono! Per chi non lo conosce, Massimiliano è uno straordinario esempio di tenacia e resilienza, e la prova in persona che la serenità d’animo, insieme alla realizzazione personale, non sono determinate dalle circostanze ma dai progetti, dalle visioni e dalle aspirazioni che ognuno culla e cura dentro di sé. Non conta da dove partiamo e come. Conta dove vogliamo andare e come. Poterlo ascoltare e osservare nelle sue abilità “extra

A grande richiesta torna al Networking Day Andrea Pontremoli

Nella scorsa edizione del 2017, Andrea Pontremoli ci ha raccontato l’importanza di essere parte di una squadra e quanto l’unione può fare la differenza. Inoltre, alla luce della sua esperienza personale, ci ha affascinato ripercorrendo le tre fasi di un manager: imparare, guadagnare e restituire. Ci ha detto che i soldi non sono l’unico obiettivo e che la cosa più preziosa che tutti abbiamo è il tempo. Tempo che dobbiamo dedicare, non solo alle attività economico-professionali, ma anche agli altri e al contesto sociale in cui viviamo. E ancora, ci ha stimolato con la sua metafora, secondo la quale: “Quando diventi imprenditore, l’azienda diventa per te come un figlio e tu, manager, non cerchi di guadagnare sull’azienda (tuo figlio), ma cerchi di investire su tuo figlio perché abbia un futuro quando tu non ci sarai più. E allora cerchi sinergie, visioni condivise, alleati e soci che possano continuare un percorso assieme”. Riascoltiamo le sue parole pronunciate lo scorso anno. >>>

Cucinelli ospite d’eccellenza al Networking Day

“L’umanità sta andando verso una forma di nuovo umanesimo, dove illuminismo e romanticismo per la prima volta si devono incontrare, dove cioè mente ed anima devono convivere… sono quindi abbastanza convinto che questo possa essere il secolo d’oro.” Il re del cashmere non conosce crisi e ha chiuso il 2017 con un fatturato di 503,6 mio/€ +10,4% rispetto al 2016. Brunello Cucinelli, alla guida di un’azienda di conclamato successo di circa 1.700 dipendenti, costituisce una delle testimonianze più rilevanti ed originali della parte migliore dell’imprenditoria italiana. Cucinelli costituisce una specchiata conferma che l’uomo e la società sono fondamento dell’economia e non viceversa e che il successo economico ed imprenditoriale non necessariamente deve avvenire a scapito di tutto, ma può essere perseguito riportando l’uomo al ruolo di soggetto e non di oggetto e quindi realizzare al contempo, oltre ai propri obiettivi e risultati, anche il bene comune. Nota è la donazione dei 5 milioni di euro fatta in passato dalla famiglia

LA DISCIPLINA

Essere disciplinati significa essere liberi. Forse il concetto appare paradossale, eppure la Disciplina ci permette di raggiungere obiettivi che, altrimenti, potrebbero rimanere incompiuti e quindi rimpianti. La Disciplina rappresenta l’insieme delle virtù indispensabili al raggiungimento degli scopi personali, come la perseveranza, il sacrificio, il focus, l’impegno, la consapevolezza, la determinazione e il coraggio. Avere Disciplina significa lavorare costantemente sulle proprie risorse interiori, intellettuali ed energetiche, estendendo e sviluppando così la Disciplina mentale, emotiva e comportamentale. Quali sono i significati attribuiti alla parola “Disciplina”? Il complesso di norme che regolano la vita di una collettività, ad esempio una comunità religiosa, scolastica, militare; si riferisce all’osservanza senza riserve di tali norme: mantenerla e farla rispettare; osservarla o violarla. Dominio dei propri istinti, impulsi, desideri, perseguito con sforzo e sacrificio. Impegno assiduo, esercizio, pratica costante. Materia di insegnamento e di studio e di applicazione pratica. Educazione, direzione, guida, ammaestramento, scuola. Il flagello usato dagli asceti, la penitenza, il castigo. Alla luce di queste

DISCIPLINA E ARTE CALLIGRAFICA

Pensando alla disciplina, impossibile non ricordare il pezzo del film "L'ultimo Samurai". Lo straordinario equilibrio di questa figura così complessa ci ha ispirato ad addentrarci nella cultura giapponese e abbiamo scoperto che anche la loro lingua giapponese è una vera e propria “Arte della Calligrafia”: lo Shodo 書道. La parola Shodo è composta da due Kanji (caratteri): Sho 書 = arte della scrittura Do 道 = Tao = ricerca e comprensione della vita ovvero : “Ricerca e comprensione della vita tramite la pratica della calligrafia”. Lo Shodo, è quindi, innanzitutto, un’arte che implica un lungo apprendistato e una pratica costante. Come la Pittura, anche l’arte dello Sho richiede la padronanza del tratto, l’immediatezza del gesto, la continuità del ritmo, il controllo della forza scaricata sul pennello e non tollera ritocchi o correzioni. Ne consegue una profonda comprensione della parola Disciplina, poiché essa significa: dedicarsi al costante esercizio della tecnica dei tratti, che consente di arrivare al gesto spontaneo; approfondire la conoscenza del materiale; attenersi al

NETWORKING DAY 2018: IL TITOLO È…

Qualche settimana fa vi era stato proposto un sondaggio per la scelta del tema Networking Day 2018 e l’argomento che aveva primeggiato era "Come ottenere risultati e raggiungere obiettivi grazie alla disciplina: azioni e reazioni." Oggi vi sveliamo il titolo di questa 21^ edizione… siete pronti?! L’ispirazione nasce da un approfondimento su Wikipedia che fornisce una chiave di lettura molto interessante nei riguardi del carattere Dō: significa letteralmente “ciò che conduce” nel senso di “Disciplina” intesa come “ Percorso”, “Via”, “Cammino”, soprattutto spirituali. È un suffisso usato spesso nelle arti marziali giapponesi per indicare l'evoluzione dell'arte marziale da pura e semplice tecnica di combattimento usata da militari in tempo di guerra, a disciplina formativa praticata non più con finalità militare, ma volta a realizzare nel praticante, in tempo di pace, un'elevazione di tipo "spirituale" ed esistenziale, utilizzando la tecnica marziale come strumento di perfezionamento delle abilità e delle capacità psicofisiche del praticante. Dō si compone dell’ideogramma del piede che simboleggia l’andare, il camminare, il